Category: Notizie

Editoriale

Reggina: i prossimi impegni

Tre gare in sette giorni per la Reggina che adesso non può sbagliare più nulla.

Si inizia domenica pomeriggio a sfidare la Lupa Roma e nonostante il divario di 11 lunghezze tra le due squadre, i laziali non possono permettersi passi falsi per non vedersi risucchiati nella zona pericolo, mentre per la Reggina appare urgente trovare punti per cancellare lultimo posto attuale.

Mercoledì pomeriggio, 11 marzo alle ore 14.30, derby calabrese contro la Vigor Lamezia,  e gli amaranto devono tornare al successo in casa.

Infine, domenica 15 marzo, trasferta fondamentale in casa dellAversa Normanna, squadra che sta attraversando un momento di forma positivo e nonostante le difficoltà in trasferta, la Reggina non può permettersi passi falsi.

Reggina: gennaio da media punti playoff

Con la vittoria di ieri contro il Lecce, la Reggina chiude il mese di gennaio con unottima media punti, molto difficile da immaginare dopo la chiusura del 2014 con 7 sconfitte consecutive ed un pareggio. Sicuramente quasi tutto il merito è da attribuire ad Alberti che si è inventato un nuovo modulo (4-1-4-1) e riuscendo ad inserire i calciatori nei ruoli a loro più congeniali; un esempio è sicuramente Masini che è riuscito a diventare un valore aggiunto per la squadra, ormai insostituibile.

La società ha sicuramente fatto il resto mettendo fuori rosa CrescenziRizzoDall’OglioMaita e Di Michele e promuovendo i vari SciontiMazzoneCondemiMaimoneSalandriaLoreficeGjuci e Lancia, tutti giovani arrivare dalla Beretti. Anche il mercato di riparazione è stato molto buono con gli innesti di BelardiAronicaCirilloZibertGallozzi e Balistreri che ieri nella gara contro i giallorossi hanno sfoderato unottima prestazione.

Così in 5 partite sono arrivati 8 punti grazie a due vittorie, due pareggi e una sola sconfitta, grazie ai quali gli amaranto lasciano finalmente lultimo posto in classifica che vale la retrocessione diretta. E adesso si spera nellaiuto della Corte Federale affinchè possa restituire i 4 punti di penalizzazione.

Il Granillo nel 2015 è rimasto inviolato e mancano ancora 15 partite alla fine della stagione e con questa media la squadra potrebbe conquistare altri 24 punti, superando così quota 40 in classifica. La salvezza diretta non è un miraggio: bisogna ancora lottare, a partire dalle prossime due partite Barletta-Reggina e Reggina-Juve Stabia

Le statistiche

RITORNO ALLA VITTORIA 5 ottobre 2014-6 gennaio 2015, dal Cosenza al Martina Franca: tre mesi dopo la Reggina torna alla vittoria. In mezzo undici gare con nove sconfitte e solo due pareggi ottenuti.

TERZA VITTORIA STAGIONALE Amaranto che conquistano la terza vittoria stagionale, la seconda al Granillo.

RITORNA IL GOL Mancava da 726 minuti il gol in casa Reggina, esattamente dal 18 di Reggina-Aversa Normanna del 2 novembre.

PRIMO GOL PER GJUCI Prima rete tra i Professionisti per il 16enne Ador Gjuci, alla settima presenza complessiva con la Prima Squadra, la prima da titolare.

QUINTO MARCATORE IN STAGIONE Gjuci è il quinto calciatore della Reggina andato in gol in stagione.

ESORDIO PER MAZZONE Prima presenza in amaranto e subito titolare, per Domenico Mazzone.

VENTIQUATTRO CALCIATORI UTILIZZATI Con lesordio del giovane centrocampista, sono 24 i calciatori utilizzati in stagione.

TERZA GARA STAGIONALE SENZA GOL AL PASSIVO Per la terza volta in stagione, la Reggina ha mantenuto imbattuta la propria porta. Lultima volta undici gare fa, sempre in occasione del derby contro il Cosenza.

PEGGIOR ATTACCO DEL TORNEO  Solo 11 reti segnate dala Reggina, il numero più basso delle 20 squadre del raggruppamento meridionale della terza serie.

QUARTO ROSSO IN STAGIONE Camilleri espulso per doppia ammonizione contro il Martina. Si tratta del quarto rosso in stagione per un amaranto, dopo Rizzo, DallOglio e Maimone.

MEDIA-PUNTI   Al netto della penalizzazione, la media punti degli amaranto è pari a 0,47 punti/gara. Se si tenesse questo ritmo per tuto il campionato, i punti alla fine del torneo sarebbero solo 18.

Reggina: numeri da crisi

La Reggina non riesce a vincere ormai da 8 gare. Lultima risale a due mesi fa con il 3-0 infilato al Cosenza.

Ben 14 le reti subite mentre ammonta solo 2 le reti fatte. Da 4 partite non si riesce a segnare, lultimo gol infatti risale alla partita contro lAversa. E nelle ultime 8 gare la Reggina ha sempre subito gol.

Contro il Benevento la Reggina ha rimediato la quarta sconfitta consecutiva.

Inizia con due sconfitte la nuova gestione tecnica targata Tortelli.

Sono ormai 9 le sconfitte in appena 15 gare.

La media punti è attesta a 0,42 punti a gara per la Reggina, al netto della penalizzazione. Se si tenesse questo ritmo per tutto il campionato, gli amaranto alla trentottesima avrebbero 16 punti.

La Reggina è andata sotto dieci volte in questa stagione e solo in una circostanza è riuscita a riagguantare lavversaria, mai a superarla.

La Reggina, con le 22 reti al passivo, vanta la seconda peggiore difesa del girone C della Lega Pro. Solo lAversa Normanna ha fatto di peggio.

Reggina in gol solo 2 volte negli ultimi 720 minuti di gioco. Sono invece 14 le reti al passivo.

Ottava gara di fila conclusa con almeno una rete al passivo. Lultima volta senza reti subite in occasione di Reggina-Cosenza 3-0. Sono in totale due le gare in cui gli amaranto hanno mantenuto inviolata la propria porta.

Lultimo gol segnato dalla Reggina risale al 18 della sfida casalinga contro lAversa Normanna. Sono 432 minuti di astinenza dalla marcatura per i calabresi.

La Reggina è la squadra che ha perso di più in trasferta, sei volte. Gli amaranto vantano, con il Messina, il peggior attacco esterno, con appena 33 reti segnate. In trasferta, la Reggina non segna dalla gara in casa della Juve Stabia, vale a dire da 396 minuti.

Reggina: è il momento di reagire

Quando una squadra è in crisi di risultati e di gioco il primo a pagarne le conseguenze è sempre lallenatore. Mai negli ultimi tempi la società ha dovuto far fronte alla richiesta di dimissioni da parte del proprio allenatore. Un gesto fatto per dare una scossa alla squadra e questo non può far altro che rendere onore allormai ex allenatore e capitano storico del club amaranto.

Adesso, però, non ci sono più alibi: già da sabato ad Ischia i giocatori che scenderanno in campo dovranno dare prova di reazione per provare a portare un po di serenità in un ambiente ormai privo di fiducia e identità. Per questo il nuovo tecnico Tortelli avrà da affrontare una prova molto complicata e difficile come quella di cercare di salvare una stagione fin qui disastrosa.

Servirà molta pazienza, ma anche voglia da parte di tutto il gruppo di avere una reazione a livello psicologico e di motivazioni. La squadra fino ad ora ha dimostrato molti limiti sotto questo punto di vista non riuscendo mai a a non perdere dopo essere andata sotto. A questo cè da aggiungere sicuramente gli innumerevoli errori sottoporta, espulsioni evitabili, ingenuità, inesperienza.

A noi non resta che fare gli auguri a Mister Tortelli affinchè possa salvare una Reggina che ora pare essere una barca alla deriva.

Crisi senza fine: come uscirne?

La Reggina vista domenica a Melfi sembra essere la protagonista di un film già visto, lennesima prestazione vergognosa di una stagione da dimenticare.

Il clima intorno alla squadra non sembra essere dei migliori: società che ordina il silenzio stampa, allenatore a rischio esonero, giocatori privi di qualsiasi forma di dignità e infine loro, i tifosi amaranto, che ormai non credono in questa Reggina.

Tutti ormai si chiedono quale sia la soluzione per uscire da una crisi che sembra non finire. Non sarà sicuramente una vittoria nella prossima gara di Campionato a fare la differenza, così come non può e non deve essere la salvezza a far tornare il buon umore in un ambiente ormai privo di fiducia.

Tutti ormai sembrano percorrere la strada che porta allassoluta colpevolezza del Presidente Foti, proprio tutti coloro che fino a ieri lo esaltavano, lo lodavano per aver regalato allintera città anni e anni di soddisfazioni, grandi gioie e prove di sacrificio.

E palese che è necessaria una svolta che lasci la differenza, una svolta che porta al cambiamento di uomini e metodi, ma ora ci si chiede: cosa si aspetta per farlo? Quante prestazioni vergognose dovrà ancora dare questa Reggina per capire che non si può aspettare la retrocessione in D o addirittura una scomparsa definitiva dal calcio per far fronte in maniera seria ad situazione del genere?

Non possono sicuramente essere i silenzi stampa, i ritiri punitivi o le minacce di esonero allallenatore i metodi validi per dare aria al sodalizio di una Reggina che ha le spalle una storia centenaria che non si può dimenticare.

E sconfortante perfino commentare una situazione che al momento appare irreversibile, ma è giunta lora di darsi una svegliata!

 

Ottobre di fuoco per gli amaranto

07/10/2014

Dopo la brillante vittoria di domenica contro il Cosenza, la Reggina di Mister Cozza si prepara ad un mese a dir poco caldo, impegnata tra Campionato e Coppa Italia.

Si comincia sabato con la difficile trasferta a Matera in cui gli amaranto dovranno dare prova di continuità in una stagione il cui avvio non è stato dei migliori.

Venerdì 17, invece, confronto casalingo contro la sorprendente Lupa Roma, sicuramente la squadra rivelazione del Campionato: partita tuttaltro che facile.

Domenica 26 nuovo derby calabrese contro il Lamezia, ma prima cè la possibilità di disputare un ulteriore derby in Coppa Italia, quello contro Cosenza o Catanzaro, impegnate domani. La vincente affronterà la Reggina il 22 ottobre o il 29 ottobre.

Insomma, un mese di fuoco per una Reggina che con la vittoria di domenica ritrova la serenità.

Santa’Agata

Reggina: Foti incontra Alberti e la squadra

 

La Reggina, dopo l’ennesima sconfitta ieri sul campo della Lupa Roma, è tornata subito al lavoro stamattina al Sant’Agata per preparare la delicatissima sfida di mercoledì al Granillo contro la Vigor Lamezia. Un derby dalla vittoria obbligata per gli amaranto che solo con una vittoria possono continuare ad inseguire la salvezza. Stamattina il Presidente Foti ha incontrato la squadra al Sant’Agata insieme al mister Alberti. La squadra è rimasta a rapporto da Foti per qualche altro minuto, poi è iniziato l’allenamento.

Contro la Vigor Lamezia non ci sarà Viola, squalificato dopo l’ammonizione rimediata ieri, ma rientrerà Masini. Preoccupazione per gli infortunati Belardi e Zibert, che non stanno partecipando all’allenamento. Continua, quindi, lemergenza infortuni.

Reggina: sette reti nel test contro la Beretti

Finisce 7-1  per gli amaranto la consueta amichevole infrasettimanale, giocata questo pomeriggio contro la Beretti di Tedesco. Gara suddivisa in quattro tempi da venti minuti. Nei due primi  il tecnico ha schierato la probabile formazione titolare con il 3-5-2 provato tutta la settimana, mentre negli ultimi due è tornato alla difesa a quattro.

Sono andati in quattro volte Viola, poi una rete a testa per Di Michele, Mazzone e Karagounis, due reti anche per la squadra giovanile. Masini ha fallito la trasformazione di un calcio di rigore.

Non hanno preso parte alla partitella i vari Insigne, Balistreri, Louzada, Maimone, Condemi e Magri, oltre a Belardi. Per la sfida di Aprilia, assenti sicuri Louzada, Maimone e Condemi, nessun problema per Insigne che è stato semplicemente risparmiato, così come per Belardi, mentre anche Balestrieri si è comunque regolarmente allenato con il resto della squadra. Camilleri ha accusato un problema muscolare.

Reggina: si riprende la preparazione

La Reggina torna al lavoro in vista della delicata partita contro la Lupa Roma. Dopo la seduta atletica di ieri pomeriggio oggi è giorno di tattica confermando il 3-5-2 provato in questi due giorni.

Nei tre dietro confermati Di Lorenzo, Cirillo e Aronica mentre a centrocampo è stato inserito l’ultimo arrivato Velardi. Attacco invece con Balistreri e Insigne. Quest’ultimo durante uno scontro di gioco con il brasiliano Louzada è caduto male sul terreno. Tempestivo l’intervento del dottor Favasuli, portato subito in ospedale per rimettere a posto la spalla sinistra. Continua l’allenamento a parte per Maimone che dovrebbe farcela per la gara di mercoledí pomeriggio contro la Vigor Lamezia.

Per domani pomeriggio prevista la solita amichevole infrasettimanale, ancora da definire l’avversario.

Reggina: ripresa in vista della gara contro la Lupa Roma

Ripresa degli allenamenti  per la Reggina reduce dalla dolorosa sconfitta contro il Matera. Tutti presenti agli ordini di Alberti tranne Maimone che si è infortunato nel match di sabato, vistosa fasciatura alla gamba destra per un’infiammazione al nervo della tibia, e Ungaro che si è allenato a parte.

Lavoro con la palla nella prima parte con i consueti torelli e la squadra divisa per la fase difensiva e quella offensiva. Nella seconda parte invece ripetute guidate dal preparatore atletico Saffioti. Per la prossima importante partita contro la Lupa Roma mancherà lo squalificato Masini mentre sicuramente partirà dall’inizio Insigne per risollevare gli amaranto dall’ultimo posto della graduatoria. Presente anche il presidente Foti, che ha parlato con la squadra e poi è rimasto ai margini del campo di allenamento.

Per oggi è prevista invece una doppia seduta.

Reggina: 5 reti in amichevole contro la Deliese

5-0 il risultato finale, tre tempi da 25 minuti ciascuno contro la Dielese. Solo nell’ultimo tempo si sono visti i possibili titolari che affronteranno sabato il Matera. Gaetano Ungaro sicuramente sarà schierato al posto dello squalificato Aronica con Benedetti che tornerà ad agire da terzino sinistro. Tornando all’amichevole i gol sono stati siglati da Viola che ha sbagliato anche un calcio di rigore, Insigne, doppietta per lui, Maimone e Masini.

Di seguito le formazioni: Reggina primo tempo: Belardi; Ammirati, Aronica, Camilleri, Karagounis; Insigne, Velardi, Mazzone, Salandria; Louzada, Di Michele.

Reggina secondo tempo: Kovacsik; Ammirati, Camilleri, Magri, Karagounis; Insigne, Velardi, Mazzone, Salandria; Louzada, Viola.

Reggina terzo tempo: Kovacsik; Di Lorenzo, Cirillo, Ungaro, Benedetti; Gallozzi, Armellino, Zibert, Maimone; Balistreri, Masini. Reti: Insigne, Insigne, Viola, Maimone, Masini.

Verso Barletta: si torna in campo

La Reggina di Alberti ha iniziato questo pomeriggio la preparazione in vista della sfida di Barletta di domenica mattina.

Pomeriggio di intenso lavoro al Sant’Agata. Squadra al completo a disposizione del mister, allenamento a parte per Viola e per il nuovo attaccante Balistreri per un piccolo problema ai flessori. Squadra divisa in due gruppi, uno con il mister Alberti e l’altro con il preparatore Saffioti. I nuovi arrivati Benedetti e il difensore centrale Magri hanno svolto il loro primo allenamento con la maglia amaranto.

Entusiasmo durante l’allenamento quando è arrivata la notizia della restituzione dei 4 punti di penalizzazione in classifica della promo pmu.

Reggina: vittoria di misura contro il San Giuseppe

Termina 3-2 la partita tra la Reggina e il  San Giuseppe, matricola terribile del campionato di Promozione.

Aumenta il pessimismo verso la gara contro i pugliesi, al momento distanti 14 punti in classifica.

Primo tempo concluso sul 3-0 da parte degli amaranto, con Alberti che ha provato varie soluzioni tattiche.

Questa la squadra schierata:

Kovacsik; Ungaro, Camilleri, Di Lorenzo, Karagounis; Condemi, Mazzone, Armellino; Ammirati, Viola, Gjuci.

In gol Armellino, Viola e lesterno destro Ammirati.

Nel secondo tempo, Reggina senza gol e ospiti capaci di segnare con lesperto attaccante Napoli e il giovane esterno Lapira.

Questa la squadra schierata da Alberti:

Cetrangolo; Scionti, Ungaro, Di Lorenzo, Ammirati; Scopelliti, Mazzone, Lorefice; Condemi, Lancia, Masini

Alberti ha richiamato anzitempo Masini, mandandolo direttamente negli spogliatoi. Cetrangolo ha parato un rigore a Postorino del San Giuseppe.

Presenti a bordo campo sia Foti che Cerantola. Ancora a parte Salandria e Perrone, presente anche qualche fuori rosa come Maita e Crescenzi, allenatosi però lontano dalla squadra. Non si è visto Louzada, atteso dal ritorno dalle vacanze in patria.

Interviste

Aversa Normanna Reggina: dichiarazioni posta gara

Ecco le dichiarazioni posta gara dopo la vittoria della Reggina contro lAversa Normanna:

ALESSIO VIOLA :

Sapevamo tutti quanto contasse vincere oggi. Sono contento per il gol ma soprattutto per la squadra. Non dobbiamo guardare chi gioca, bisogna essere uniti. Siamo ultimi ma sabato abbiamo lopportunità di poter fare un importante salto in avanti. Su un campo così non era facile vincere, contro una squadra in salute. Bisogna ringraziare gli uomini di esperienza che ci stanno dando una grande mano. La speranza è quella di poter uscire da questa situazione. Il rigore? Con Insigne avevamo stabilito ne avremmo battuto uno a testa, oggi è andata bene a me. Questa è prova di un grande gruppo. Bisogna dare più del cento per cento, riproveremo contro il Melfi. Non è facile portare diecimila persone, il Granillo ne contiene molti di più, non è facile dare credibilità ma spero possano venire e che diano una grande mano. Comincio a stare bene fisicamente, ero un po stanco alla fine, mi piace giocare specie quando lottiamo così. Sono a disposizione del mister e della squadra.

SIMONE MASINI:

Il campo non era in perfette condizioni, è stata una guerra. Un successo che ci dà morale, speriamo di avvicinarci allAversa e di giocarci la salvezza fino a fine campionato. In campo hai lopportunità di sfogarti, oggi è la vittoria del gruppo, siamo tutti uniti dobbiamo continuare così. Con il Melfi sarà unaltra battaglia da dentro o fuori. Il gol? Ce la metto tutta, così come il gruppo, quelli arriveranno.

ROBERTO INSIGNE:

Una vittoria che sa di liberazione. Bisogna lottare fino alla fine, dobbiamo continuare così anche con il Melfi sabato prossimo per evitare quella posizione non meritata. Ho subìto un colpo alla spalla, per fortuna non sono stato ammonito perché ero diffidato. Ho la fortuna di giocare con Alessio che è un amico. Con il Melfi è decisiva, dobbiamo fare la stessa partita. Il presidente Foti era qui, ci siamo abbracciati.

Reggina Vigor Lamezia: dichiarazioni post gara

Queste le dichiarazioni al termine della sconfitta contro la Vigor Lamezia:

FOTI:

Abbiamo fornito lennesima prova negativa. Vogliamo ancora dare tanto a questa città, non chiediamo il vostro aiuto perchè non lo meritiamo, ma dentro di noi cè lobiettivo di portare a casa sul campo di portare avanti la Reggina con dignità. Indossiamo questa maglia che ci ha dato tanto, ci giochiamo tutto domenica e se riusciamo a portare a casa i tre punti, chiediamo di avere dieci mila persone allo stadio, per dare quella forza alla squadra. Abbiamo avuto un discorso chiaro nello spogliatoio, prima da uomini e poi da calciatori. Pretendiamo rispetto.

Laspetto ambientale ha avuto i demeriti in questa situazione. Lambiente ha beneficiato dello splendore, la gente si preoccupa delle stupidaggini e i giovani devono riconoscere alla Reggina delle capacità. Sto pirtando avant un vero e proprio calvario e lo devo alla Reggina Calcio. Mi ha permesso di aver tanti contatti e relazioni straordinarie. La Reggina è dileggiata in questo ambiente. Ho detto ai vecchi che mi dispiace per loro, di aver fatto queste figure.

ARONICA:

A questa squadra è mancata spesso la determinazione. Siamo qui a commentare lennesima debacle, abbiamo toccato il fondo, ci siamo confrontati da uomini e penso che da domenica ci possa essere la riscossa.

Il presidente ha dimostrato avere la forza di lottare, vorrebbe una parola di sostegno e non di attaccare sempre e comunque.

Non si possono fare paragoni con lannata della penalizzazione, ci sono fatti e contesti diversi. Il presidente ha chiesto dieci mila persone per creare unarma in più alla squadra.

DI MICHELE:

Chiediamo scusa per le ultime prestazioni, ma vogliamo che da qui in avanti ci possono essere data una mano. Si parla spesso delle questioni burocratiche e a noi ci fanno male. Ora cerchiamo di cambiare atteggiamento sin da Aversa.

CIRILLO:

Io questa maglia ce lho cucita nella pelle. Dopo aver preso il gol dopo pochi minuti, mi sono vergognato e tutto, sono umano, non sono un robot. Stiamo cercando di tornare quelli di prima, ci dobbiamo svegliare, ci manca la concentrazione, ci manca la cattiveria, stiamo cercando di capire i motivi di questa cosa. 

BELARDI:

Se noi andiamo in D finisce una storia gloriosa e fantastica. Io a giugno smetto, sono venuto qui per salvare la Reggina. Invece vedo che i giornalisti fanno scoop, polemiche irreali, questo è sbagliato, non bisogna fare così. È unumiliazione sentirmi dire che il prossimo anno giocheremo a Palmi.

Lupa Roma Reggina: le dichiarazioni di Foti

Queste le parole del Presidente Foti dopo la sconfitta contro la Lupa Roma:

Non abbiamo niente di cui rammaricarci, bisogna avere il coraggio e la coscienza di dire che siamo responsabili di quello che abbiamo visto. Io personalmente sono cosciente di quelle che sono le problematiche. Sta diventando quasi come scontare una pena, lo sto facendo con grande determinazione e grande voglia per provare a tenere in piedi unazienda e una società. Ognuno può dire la sua, tutti siamo bravi, la realtà è questa. Come usciamo? In qualche maniera lo faremo, oggi non siamo stati capaci di questo. Io rispondo perché sono il primo responsabile, mi assumo tutte le responsabilità. Io sono arrabbiato con me stesso, nessunaltro ha titolo e diritto per parlare. Resto qui solo per senso di responsabilità, una responsabilità da condividere. Vedremo cosa bisognerà fare.

Reggina: conferenza stampa di Alberti

A poche ore dalla difficile partita contro la Lupa RomaAlberti incontra i giornalisti presso la sala stampa del Centro Sportivo SantAgata, con la presenza del Presidente Foti. Queste le sue parole:

Sulla partita contro la Lupa RomaLa Lupa Roma è una squadra che ha cambiato molto dallinizio della stagione. Gioca  in campo neutro e questo incide, ha peso a centrocampo, una squadra che va affrontata con grande attenzione e determinazione. Fuori casa obbiamo cambiare passo, perchè qualche vittoria la dobbiamo centrare in trasferta. Il fato di scendere in campo dopo le nostre aversarie non ci condiziona. Vogliamo tornare a Reggio con un risultato positivo.

Sul modulo che metterà in atto Non sono legato ai numeri, bisogna solo cercare di fare le cose per bene. La scorsa settimana avevamo un reparto offensivo folto, oggi ci troviamo in difficoltà. Limportante è trovare equilibrio in campo. Non possiamo solo parlare solo  di vittorie e sconfitte, ma anche di situazioni positive in campo o atteggiamenti positivi. Abbiamo i giocatori per giocare a cinque, dioenderà dalle disponibilità.

Sugli infortuni: Oggi pomeriggio avremo un incontro con lo staff medico per conoscere le situazioni di tutti. Al momento solo Condemi e Louzada sono fuori. Piccoli problemi per Insigne, Balestrieri e Camilleri.

La squadra è viva, è un dato di fato. Poi può capitar di perdere, ma io lo avevo detto che la squadra era in convalescenza. Al di là dellultimo posto, i miei commenti sarebbero stati lo stesso. Abbiamo fatto gli stessi punti dellandata con metà partite, così come abbiamo segnato gli stessi gol dellandata in metà partite. Poi conta dove arriveremo sino alla fine, ma questo dipenderà dal nostro lavoro sul campo. In queste 11 gare ci sarano occasioni che faremo bene e altre meno e questo vale per tutte le squadre che lottano con noi. Chi avrà più forza e ottimismo, arriverà allobiettivo.

Non dobbiamo pensare ad altre gare, ma solo alla Lupa Roma. Dobbiamo mettere in campo la migliore squadra per fare bene. La Reggina viole rialzarsi, siamo nella consapevolezza di poter ribaltare la situazione. È capitato in questa settimana quello che avevo prospettato, cioè che ci sono certi episodi che ci portano ad entrare in difficoltà. Ma la squadra è viva, sento lo spirito di lottare sino alla fine per raggiungere lobiettivo prefissato. Ci rialzeremo anche a cospetto di un ambiente un po negativo e depresso.

Reggina Matera: parla Alberti

Queste le dichiarazioni di Alberti nel post gara:

E un peccato, abbiamo regalato il primo tempo agli avversari, mentre nella ripresa abbiamo provato a metterli in difficoltà. Non ci possiamo permettere di regalare così tanto agli avversari.

Abbiamo sofferto fisicità e centimetri del Cosenza, sopratutto sui calci da fermo e sulle palle inattive. Ci siamo intimoriti e abbiamo regalato loro il primo tempo. Non era facile rimetterla in piedi, visto che il Cosenza concede sempre poco. Abbiamo sfiorato di rimetterla in piedi, poi abbiamo preso il gol in contropiede.

Salandria fuori? Viene da un periodo di inattività, ma lui non è una mezzala, Benedetti ha la gamba per giocare in quel ruolo. Non è stato un problema di uomini, ma di atteggiamento: mi dispiace molto per il primo tempo. Dobbiamo capire il perché di questo atteggiamento nel primo tempo

Insigne fa parte della rosa, gli mancano i 90 minuti e deve lavorare e noi lo aspettiamo. Anche Di Michele ha bisogno di trovare la forma migliore.

Questa Reggina ha messo in difficoltà la Juve Stabia, poi ha perso contro il Cosenza e credo che bisogna avere equilibrio nei giudizi, anche nelle vittorie.

Cosenza Reggina: le dichiarazione di Alberti post gara

Ecco le dichiarazioni del post Cosenza-Reggina di Mister Alberti:

E un peccato, abbiamo regalato il primo tempo agli avversari, mentre nella ripresa abbiamo provato a metterli in difficoltà. Non ci possiamo permettere di regalare così tanto agli avversari.

Abbiamo sofferto fisicità e centimetri del Cosenza, sopratutto sui calci da fermo e sulle palle inattive. Ci siamo intimoriti e abbiamo regalato loro il primo tempo. Non era facile rimetterla in piedi, visto che il Cosenza concede sempre poco. Abbiamo sfiorato di rimetterla in piedi, poi abbiamo preso il gol in contropiede.

Salandria fuori? Viene da un periodo di inattività, ma lui non è una mezzala, Benedetti ha la gamba per giocare in quel ruolo. Non è stato un problema di uomini, ma di atteggiamento: mi dispiace molto per il primo tempo. Dobbiamo capire il perché di questo atteggiamento nel primo tempo

Insigne fa parte della rosa, gli mancano i 90 minuti e deve lavorare e noi lo aspettiamo. Anche Di Michele ha bisogno di trovare la forma migliore.

Questa Reggina ha messo in difficoltà la Juve Stabia, poi ha perso contro il Cosenza e credo che bisogna avere equilibrio nei giudizi, anche nelle vittorie.

Pagelle

Reggina Vigor Lamezia: le pagelle degli amaranto

KOVACSIK – 5: Qualche colpa sul primo gol. Non può fare nulla sul secondo

UNGARO – 4,5:  Partita vergognosa la sua. Sbaglia tutto

CIRILLO 5: In grande difficoltà

ARONICA – 5,5: Non basta la sua esperienza.  (dal 53 INSIGNE sv:  Prova a dare la scossa, ma niente

DI LORENZO – 5,5: Uno dei meno peggio, perchè almeno prova a fare qualche discesa sulla fascia

ARMELLINO – 4: La sua presenza in campo è solo per fare numero.

SALANDRIA – 5: Prova a rendersi utile, ma pecca di personalità (dal 67 GALLOZZI – sv)

MAIMONE – 5: Ci mette impegno, ma a livello tecnico sbaglia tanto

BENEDETTI – 5: Prova a servire gli attaccanti, ma oltre che buttare palla al centro, non può fare

DI MICHELE 5: Anche lui sbaglia troppo  (dall81 GJUCI – sv)

MASINI – 4,5:  Appare macchinoso e svogliato. Pessimo

ALBERTI 4: Ha perso di mano le redini di questa Reggina. A rischio esonero

Lupa Roma Reggina: le pagelle

Queste le pagelle degli amaranto nella sconfitta di oggi:

KOVACSIK  5: Ha molto responsabilità sul secondo e terzo gol

DI LORENZO – 4.5: Non entra mai davvero in partita

CIRILLO 5: La velocità con sui è stato superato in occasione del 3- 1 è lemblema di questa squadra

ARONICA 5: Tante esperienza, ma non ha più il fisico

BENEDETTI 4,5: Davvero inutile la sua presenza in campo oggi

ARMELLINO 4,5: Come Benedetti è inutile anche lui. Sbaglia praticamente tutto

ZIBERT 5: In campo non si vede, se non per la presenza fisica

MAIMONE 6:  Aaffaticato, ma riesce almeno a cogliere una traversa. Il migliore tra gli amaranto

GALLOZZI 5,5: Non riesce a a fare la differenza e viene sostituito con Di Michele; (dal 57 DI MICHELE 5,5: Il suo primo gol in stagione non serve a portare almeno il pari)

VIOLA 5: Parte bene, ma si spegne col passare dei minuti

INSIGNE 5: Anche lui parte nella maniera giusta, ma col passare del tempo si spegne

ALBERTI 4,5: La sua Reggina affonda e appara una squadra completamente diversa da quella vista a gennaio. A rischio esonero.

Reggina Lecce: le pagelle degli amaranto

Le pagelle:

Belardi 6,5 Incolpevole sul gol di Moscardelli effettua una parata importante nel finale.
Di Lorenzo 6,5 Buona prestazione da combattente prima da terzino destro, poi nel finale da esterno di centrocampo.
Cirillo 6,5 Si fa anticipare ingenuamente da Moscardelli in occasione del gol dello 0-1 iniziale, poi però cresce e chiude la difesa agli avversari per tutta la partita.
Aronica 7 Sicurezza ed esperienza in difesa. Ottima prestazione.
Ungaro 6 Difende con ordine e sacrificio.
Mazzone 7 Parte molto male ma poi cresce e prende fiducia fino a sfodarare un’altra grande partita.
Gallozzi 7,5 Ottimo impatto sulla partita e sulla Reggina: nel primo tempo è il migliore, l’unico a rendersi pericoloso per gli avversari. Poi crolla fisicamente nella ripresa e viene sostituito.
Armellino 7 Ottima gara da vero capitano, con grinta e cuore. Determinante.
Maimone 8 Una prestazione da incorniciare coronata con la ciliegina sulla torta del gol, decisivo per la vittoria.

Masini 8,5 Il Migliore. Un gol, un assist decisivo dopo un’altra grande partita in una posizione a lui più congeniale rispetto a quella di prima punta.
Balistreri 7 Ottimo gioco di sponde per i compagni e per la squadra, nel primo tempo di testa le ha prese praticamente tutte. Deve ancora inserirsi nei meccanismi tattici di Alberti e diventare il vero terminale offensivo, ma la prima impressione è stata positiva.

Viola 6,5 Gioca sempre bene quando ha il pallone tra i piedi aiutando la squadra a rendersi pericolosa nel secondo tempo.
Zibert 6,5 Buon impatto sulla gara e sul campionato con una splendida giocata con cui manda in porta Masini.
Karagounis 5,5 Entra nel finale per dare una mano in difesa, non convince.

All. Alberti 8 Oltre a Masini, sembra aver trasformato tutta la squadra. Due vittorie e due pareggi in cinque partite, la Reggina chiude gennaio abbandonando l’ultimo posto in classifica.

Scommetti sulla Lega Pro con il codice promozione SNAI (scrivere il codice ASBARIMAX alla registrazione)

Formazione

Reggina Messina: probabili formazioni

Mancano poche ore al fischio d’inizio dell’attesissimo derby playout in programma  alle 17 di oggi pomeriggio allo stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria. Sono ore delicate per le scelte degli allenatori Tedesco e Di Costanzo, che devono scegliere i migliori 11 da schierare per un match così importante e delicato. La Reggina dovrebbe schierarsi con un 3-5-2.

Reggina: l11 anti Benevento

Per la delicata trasferta a Benevento, Alberti, deve fare i conti con le squalifiche in serie di quei calciatori chiamatesi fuori dalla sfida del Santa Colomba, vale a dire i vari Insigne, Benedetti, Camilleri e Armellino, tutti fermati dal Giudice Sportivo, senza dimenticare gli infortunati Aronica e Gallozzi.

Reggina: i probabili 11 anti Ischia

Viste le assenze di Cirillo e Aronica, Alberti pensa al ritorno alla difesa a quattro, con laggiunta di un ulteriore attaccante. Dunque, Kovacsik dovrebbe tornare in panca dopo essere rientrato Belardi, che presumibilmente non sarà al 100%. Davanti ad uno dei due, largo alla coppia centrale Ungaro-Camilleri, con Di Lorenzo e Benedetti ai lati. In mezzo al campo, […]

Salernitana Reggina: i probabili 11 amaranto

Possibile spazio al solito 5-3-2 con Kovacsik tra i pali, largo a Di Lorenzo e Benedetti sugli esterni, Ungaro, Cirillo e Camilleri al centro. In mezzo al campo, Armellino, Salandria e Maimone, con il primo reduce da una settimana travagliata dal punto di vista fisico e con il terzo a rischio squalifica. Unica alternativa il giovane

Reggina: i probabili 11 anti Vigor Lamezia

Il tecnico Alberti, con le assenze di Zibert, Viola e Balestrieri si trova con qualche scelta in meno per centrocampo e attacco. Possibile che il tecnico voglia coontinuare con un 3-5-2 comunque intercambiabile con altro modulo a gara in corso. Dubbio Belardi, con Kovacsik in preallarme. In difesa largo al trio Di Lorenzo, Cirillo e Aronica, con Gallozzi […]

Reggina: i probabili 11 anti Vigor Lamezia

Il tecnico Alberti, con le assenze di ZibertViola Balestrieri si trova con qualche scelta in meno per centrocampo e attacco.

Possibile che il tecnico voglia coontinuare con un 3-5-2 comunque intercambiabile con altro modulo a gara in corso.

Dubbio Belardi, con Kovacsik in preallarme. In difesa largo al trio Di Lorenzo, Cirillo e Aronica, con Gallozzi Benedetti esterni a tutta fascia.

In mezzo al campo, potrebbe essere arrivata lora di Velardi, con Armellino Maimone accanto a lui: per questultimo però, restano da verificare le condizioni fisiche.

In avanti, ritorna Masini, con Di Michele che è favorito su Insigne.

3-5-2 – Kovacsik (Belardi); Di Lorenzo, Cirillo, Aronica; Gallozzi, Armellino, Velardi, Maimone, Benedetti; Masini, Di Michele. Allenatore: Alberti

Reggina: l11 anti Matera

Alberti non dovrebbe mutare scelte di uomini e modulo, anche se cè da sostituire lo squalificato Aronica.

Nel 4-3-3 adattabile del tecnico marchigiano, spazio a Belardi tra i pali, con i terzini Di Lorenzo e Benedetti. In mezzo, per affiancare Bruno Cirillo, il favorito è Ungaro su Camilleri.

In mezzo al campo, conferme per il trio Armellino, Zibert e Maimone, mentre in avanti spazio a Gallozzi, Balestrieri e Masini.

Ben sei gli attaccanti convocati, uno tra Di Michele, Insigne, Viola e Louzada osserverà la gara dagli spalti.

4-3-3 Belardi; Di Lorenzo, Cirillo, Ungaro, Benedetti; Armellino, Zibert, Maimone; Gallozzi, Balestrieri, Masini. Allenatore: Alberti

Cosenza Reggina: probabili formazioni

Un importante match salvezza quello che si giocherà oggi alle 15 al San Vito tra il Cosenza e la Reggina.

Sono 18 i convocati dal mister Alberti: Belardi, Kovacsik; Aronica, Benedetti, Camilleri, Cirillo, Di Lorenzo, Ungaro; Ammirati, Gallozzi, Maimone, Salandria, Zibert; Balistreri, Di Michele, Louzada, Masini, Viola. Assenti lo squalificato Armellino e Insigne.

Le probabili formazioni:

Cosenza (4-4-2): Ravaglia; Corsi, Carrieri, Magli, Ciancio; Criaco, Fornito, Arrigoni, Statella; Calderini, De Angelis.

Reggina (4-4-2): Belardi; Di Lorenzo, Cirillo, Aronica, Ungaro; Gallozzi, Maimone, Zibert, Benedetti; Balistreri, Masini.

Reggina: i probabili 11 anti Lupa Roma

Alberti deve fare a meno di Masini Balestrieri e per tale ragione si potrebbe assistere a qualche modifica tattica. Dovrebbe essere riproposta la difesa a quattro, con Di Lorenzo eBenedetti sugli esterni, Cirillo Aronica in mezzo.

Al centro del campo, spazio al trio ArmelinoZibert Salandria, con questultimo che andrebbe a rilevare lacciaccato Maimone,

In avanti, toccherà al trio GallozziDi Michele e Viola.

Probabili alcune modifiche tattiche, sulla scoorta di quanto provato durante la settimana. Lobiettivo è la vittoria, anche perché fuori casa i tre punti mancano da settembre.

4-3-3 Belardi; Di Lorenzo, Cirillo, Aronica, Benedetti; Armellino, Zibert, Salandria; Di Michele, Viola, Gallozzi. Allenatore: Alberti

Probabile formazione per la trasferta di Ischia

La nuova Reggina targata Tortelli-Padovano prova a ripartire dalla delicata trasferta di Ischia in un match che ha tutti i contorni per essere definito uno scontro salvezza, ma che soprattutto vale tantissimo sotto il punto di vista del morale.

E stata una settimana particolare quella vissuta dagli amaranto, tra allenamenti a porte chiuse e silenzi stampa è quasi impossibile decifrare il modulo che scenderà in campo oggi pomeriggio. Si potrebbe comunque optare per il 3-5-2.

Davanti a Kovacsik spazio ai centrali Ungaro, Crescenzi e Di Lorenzo, con Ammirati e Karagounis sugli esterni. In mezzo al campo largo a DallOglio, Maita e Salandria, trio praticamente inedito viste le assenze di Armellino e Rizzo. In attacco probabile la coppia Insigne-Di Michele, con aternative Louzada, Viola e Masini.

Probabile formazione:

Kovacsik; Ammirati, Ungaro, Di Lorenzo, Crescenzi, Karagounis; DallOglio, Maita, Salandria; Insigne, Di Michele. Allenatore: Tortelli

Reggina a Matera per trovare continuità: probabili formazioni

Una partita non facile quella di oggi per la Reggina contro un Matera reduce da un periodo positivo, con una sola sconfitta nelle ultime 4 giornate.

Cozza potrebbe confermare la stessa formazione che ha ben fatto domenica nel derby contro il Cosenza.

E caccia alla continuità di risultati per una Reggina che ha bisogno di punti e vittorie.

Ecco il probabile undici amaranto:

4-3-3 Kovacsik; Ungaro, Di Lorenzo, Camilleri, Karagounis; Armellino, Rizzo, DallOglio; Insigne, Masini, Louzada.  Allenatore: Cozza

Reggina: i probabili 11 anti Juve Stabia

Spazio al 4-3-3 con Belardi in porta, Di Lorenzo e Benedetti sugli esterni, Cirillo e Aronica al centro.

Zibert agirà da regista, affiancato daArmellino Maimone.

Gallozzi Masini affiancheranno la punta centrale Balestrieri.

4-3-3 Belardi; Di Lorenzo, Cirillo, Aronica, Benedetti; Armellino, Zibert, Maimone; Masini, Balestrieri, Gallozzi. Allenatore: Alberti

Reggina Lecce: probabili formazioni

REGGINA-LECCE

REGGINA – 4-1-4-1 Belardi, Ungaro, Cirillo, Aronica, Karagounis; Mazzone; Masini, Gallozzi, Armellino, Gjuci; Balistreri. Allenatore: Alberti

LECCE – 4-3-3  Caglioni; Diniz, Vinetot, Abruzzese, Lopez; Sacilotto, Papini, Salvi; Lepore, Moscardelli, Herrera. Allenatore: Pagliari

ARBITRO: Di Martino di Teramo

ASSISTENTI:  Robilotta-Vitiello

Mercato

Calciomercato Reggina: preso Magri

La Reggina ha concluso l’operazione che porta in rosa il difensore centrale Kevin Magri, 19 anni, che arriva in prestito dal Chievo Verona. E’ uno dei giovani talenti che a giugno ha vinto lo scudetto con il Chievo Verona Primavera.

Queste le sue parole: “Sono un difensore centrale mancino, la mia caratteristica migliore è la velocità, e all’occorrenza posso giocare anche nella posizione da terzino. In estate dopo la vittoria del campionato primavera e ho seguito mister Nicolato nel Lumezzane, ho giocato 4 partite, poi lui è stato esonerato ed è arrivato Braghin che evidentemente non mi vedeva allora sono tornato alla base. Adesso ho saputo della trattativa con la Reggina, di cui s’è occupato nei giorni scorsi il mio procuratore, e domani inizierà questa nuova avventura. Arriverò in macchina a Reggio per firmare il contratto in prestito fino a giugno. Sabato appena ho saputo della vittoria dei miei nuovi compagni sul Lecce ho già gioito“.

Per Magri 25 presenze e 2 gol lo scorso anno nella cavalcata scudetto del Chievo Verona Primavera.

Calciomercato Reggina: possibile larrivo di Cicerelli

La Reggina è vicinissima ad ottenere il prestito di Emanuele Cicerelli, 20enne, pugliese di San Giovanni Rotondo. Gioca nell’Aversa Normanna con cui  ha collezionato 17 presente in questa stagione, di cui 13 da titolare e segnando due reti. Nelle ultime giornate è finito in panchina  ed evidentemente non rientra più nei piani della società.

Calciomercato Reggina: preso Magri

La Reggina ha concluso l’operazione che porta in rosa il difensore centrale Kevin Magri, 19 anni, che arriva in prestito dal Chievo Verona. E’ uno dei giovani talenti che a giugno ha vinto lo scudetto con il Chievo Verona Primavera. Queste le sue parole: “Sono un difensore centrale mancino, la mia caratteristica migliore è la velocità.

Calciomercato Reggina: Il punto della situazione

La Reggina continua a muoversi sul mercato in questi ultimi giorni della sessione invernale che finirà alle ore 23 di lunedì 2 febbraio. Dopo gli arrivi di Belardi, Aronica, Cirillo, Gallozzi e Balistreri, la società ha tesserato Urban Zibert,  centrocampista centrale dotato di buone qualità tecniche che può giocare davanti alla difesa come regista. Ma la […]

Ufficiale: Balistreri è amaranto

Arriva lufficialità: Pietro Balistreri è un nuovo calciatore della Reggina.   Nato a Palermo il 14 gennaio 1986, cresciuto nel settore giovanile del club rosanero proprio con la squadra siciliana, in serie A. Tante le squadre in cui ha militato il calciatore, vale a dire Melfi, Pisa, Cremonese, Gela, Castelnuovo, Monopoli, Ternana, Campobasso, Perugia e Foligno. Una sola volta è […]

Calciomercato: possibile larrivo di Balistreri

Pietro Balistreri ad un passo dal diventare nuovo attaccante della Reggina. Il calciatore siciliano ha trovato laccordo con il club amaranto, il quale invece ha avuto il via libera dalla Torres. Roberto Insigne ha invece lasciato Reggio Calabria, destinazione Napoli. Sfuma, invece, Steve Beleck, apparso non contento dalla destinazione reggina.

Ufficiale: Velardi è amaranto

Alberti avrà a disposizione un nuovo rinforzo ed è Mirko Velardi. Il centrocampista si è allenato con la squadra per tutta la scorsa settimana ed è arrivata la conferma nella rosa a disposizione di Alberti.

Classe 1988, è una mezzala che può comunque occupare tutti i ruoli del centrocampo. Cresciuto nel settore giovanile del Palermo, vanta 99 presenze nella ex serie C1, più 13 in serie B.

Reggina: presentati Magri e Benedetti

Ieri sono stati presentati i due nuovi acquisti Magri e Benedetti. Queste le loro dichiarazioni:

BENEDETTI:

“Sono qui per dare il mio contributo ad una salvezza nella quale credo fortemente. Quando sono venuto a sapere dell’interesse della società, appena ieri laltro, ho detto subito di si: la Reggina è una società blasonata e per me è un vero onore indossare questa maglia. L’attuale posizione in classifica non rispecchia i reali valori di questa squadra. A mio parere ci sono tutti i presupposti per poter conquistare la permanenza in Lega Pro. L’ottima prestazione offerta dalla squadra contro il Lecce ne è la dimostrazionee.

MAGRI:

Sei anni fa, ero stato a Reggio per un provino nei Giovanissimi, grazie al mio procuratore. Venivo da Campobasso, mi piaceva l’ambiente. All’epoca ho conosciuto Condemi, con il quale ho disputato qualche partita e che oggi ho ritrovato qui al Sant’Agata. Sono molto felice di essere entrato a far parte di questa società. Sono sicuro che la salvezza è alla nostra portata. In tal senso voglio chiedere ai nostri tifosi di starci accanto: assieme a loro riusciremo a centrare il nostro obiettivo”.

Reggina: il riepilogo del mercato

Si è concluso con otto acquisti e quattro cessioni il mercato di gennaio della Reggina, che adesso rimane con MaitaDall’OglioDi Michele e Insigne, tutti fuori rosa e che non rientrano nei piani del club rimanendo, molto probabilmente, fermi fino a fine stagione.

Nell’ultimo giorno di mercato sono arrivati i due difensori in prestito dal Chievo, Magri e Benedetti, anche se per Magri era già stato tutto fatto ieri, e le due cessioni dei due fuori rosa Crescenzi all’Arezzo e Rizzo al Perugia.

Sono adesso 24 i calciatori a disposizione di Alberti. Alcuni giovanissimi come SciontiAmmirati e probabilmente anche Giucj e Lancia, “promossi” in prima squadra nell’ultimo mese di gennaio, torneranno alla Berretti di Giacomo Tedesco.

A centrocampo invece sono arrivati Zibert e Gallozzi, e in attacco il solo Balistreri, ma sono rimasti MasiniViola e Louzada e con il nuovo 4-1-4-1 di Alberti il mister ha numerose valide soluzioni.

Ecco il riepilogo di tutti i movimenti:

ACQUISTI:

  • Cirillo   (d, svincolato)
  • Belardi  (p, svincolato)
  • Aronica (d, svincolato)
  • Gallozzi (c, Matera, definitivo)
  • Balestrieri   (a, Torres, prestito)
  • Zibert  (c, svincolato)
  • Magri   (d, Chievo Verona, prestito)
  • Benedetti   (d, Chievo Verona, prestito)

CESSIONI:

  • Aquino (d, svincolato)
  • Syku  (d, fine prestito)
  • Caruso (a, Rende, prestito)
  • Perrone (a, Akragas, prestito)
  • Crescenzi   (d, svincolato)
  • Rizzo  (c, Perugia, prestito)

LA ROSA COMPLETA:

PORTIERI: Kovacsik, Cetrangolo, Leone, Belardi

DIFENSORI: Ungaro, Di Lorenzo, Camilleri, Karagounis, Cirillo, Aronica, Magri, Benedetti

CENTROCAMPISTI: Armellino, Salandria, Condemi, Mazzone, Ammirati, Maimone, Gallozzi, Zibert

ATTACCANTI: Louzada, Masini, Viola, Gjuci, Lancia, Balistreri

FUORI ROSA:

CENTROCAMPISTI: DallOglio, Maita

ATTACCANTI: Di Michele, Insigne

Mercato: sfuma Cicerelli, ma arriva Benedetti

Sfumata la trattativa per Emanuele Cicerelli  per questioni economiche relative all’ingaggio del calciatore, la Reggina sta per concludere la trattativa che porterebbe un nuovo innesto per la fascia sinistra: Amedeo Benedetti, 23 anni, che arriva in prestito dal Chievo Verona come Kevin Magri, che ha firmato oggi.

Sempre in prestito dal Chievo, Benedetti aveva giocato  in Lega Pro con la maglia del Pisa, maturando 56 presenze con 3 gol in due stagioni.

Quest’anno con la Lumezzane per lui 21 presenze, un gol e due assist, ma anche 9 cartellini gialli. Manca solo l’ufficialità.

Niente da fare con il Catania per  Insigne, colpevole di un comportamento “mai visto prima in 21 anni di calcio“, come ha detto Cirillo nel post partita di sabato sera al Granillo dopo la vittoria sul Lecce.

Calciomercato Reggina: preso Magri

La Reggina ha concluso l’operazione che porta in rosa il difensore centrale Kevin Magri, 19 anni, che arriva in prestito dal Chievo Verona. E’ uno dei giovani talenti che a giugno ha vinto lo scudetto con il Chievo Verona Primavera.

Queste le sue parole: “Sono un difensore centrale mancino, la mia caratteristica migliore è la velocità, e all’occorrenza posso giocare anche nella posizione da terzino. In estate dopo la vittoria del campionato primavera e ho seguito mister Nicolato nel Lumezzane, ho giocato 4 partite, poi lui è stato esonerato ed è arrivato Braghin che evidentemente non mi vedeva allora sono tornato alla base. Adesso ho saputo della trattativa con la Reggina, di cui s’è occupato nei giorni scorsi il mio procuratore, e domani inizierà questa nuova avventura. Arriverò in macchina a Reggio per firmare il contratto in prestito fino a giugno. Sabato appena ho saputo della vittoria dei miei nuovi compagni sul Lecce ho già gioito“.

Per Magri 25 presenze e 2 gol lo scorso anno nella cavalcata scudetto del Chievo Verona Primavera.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén